Un riconoscimento al talento di Carla They

Carla They, figlia e nipote d’arte, ha seguito le tracce della bisnon­na Bianca, famosa arpista. L’arpa era il suo sogno, affascinata fin da bambina dall’imponenza dello strumento elegante nella forma e delicato nel suono. Ora che il so­gno è realizzato, l’arpista (e mo­della) parmigiana raccoglie i frut­ti di un lavoro svolto con passione e costanza esibendosi anche a fianco di illustri colleghi musicisti e non, accompagnando le letture dell’attrice Paola Pitagora e la pre­sentazione di libri di Paolo Crepet, partecipando al Parma Poesia Fe­stival ed ad altri eventi culturali. In virtù della professionalità dimostrata riceverà, oggi al Cine­ma Teatro Comunale di Sissa, il premio «Padus d’oro 2013». Gli organizzatori della 18esima ras­segna internazionale Padus Amoenus, i coniugi Martelli, hanno preparato per l’arpista parmi­giana l’ambita targa artistica “Ri­conoscimento intellettuale Musi­ca e Poesia con stile’’. «Mi ha fatto estremamente piacere la notizia. Ho spesso collaborato in occasio­ne delle consegne dei riconosci­menti “Padus Amoenus” alter­nando brani solistici a sottofondi durante la lettura delle poesie pre­miate. Del resto ho sempre amato l’accostamento poesia-musica, lo avevano capito già gli antichi Gre­ci, si pensi ad Omero». «Ricordo con piacere – continua Carla They – il mio passato da modella: dopo il diploma di arpa negli anni ‘90, ho sfilato per diverse case di Alta Moda a Roma, Firenze e Milano, a volte abbinando alle uscite in pas­serella la mia musica d’ar­pa».
GAZZETTA DI PARMA sabato 25 MAGGIO 2013   M.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *