They e Bussi, ambasciatrici della musica

Presenti il ministro del Turismo francese Hervé Novelli ed altre autorità

Non accade spesso che la grandeur francese si inchi­ni alle tradizioni culturali e arti­stiche italiane. Ma l’associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza è riuscita in questa impresa, ed è stata ospite d’onore nella Loira, e precisamente nei castelli di Amboise e Clos-Lucé; quest’ultimo è noto perché nelle sue stan­ze ha dormito niente meno che Leonardo da Vinci. Questa volta il maniero ha visto passare nel­le sue austere e bellissime sale i prodotti tipici del nostro territo­rio, e due artiste che di Parma e della sua musica sono ormai un vanto e un biglietto da visita di assoluta autorevolezza interna­zionale. Il soprano Tania Bussi e l’arpi­sta Carla They hanno infatti of­ferto al ministro del Commercio e Turismo francese Hervé No­velli, che ha fatto gli onori di ca­sa, e ai suoi illustri ospiti un pro­gramma che – pur con qualche concessione “diplomatica” ad autori europei – era incentrato prevalentemente sui due grandi compositori operisti che da sempre il mondo, Francia compresa, ci invidia: Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini. Le arie più famose tratte da La Traviata, La Forza del Destino, il Corsaro, La Bohème e La Rondine han­no esaltato politici e ambasciatori, teste coronate e operatori economici, tutti affascinati dal­la voce soave e tecnicamente ineccepibile di Tania Bussi e dalle note suadenti dell’arpa che Carla They governa ed esalta con tocco magistrale. Standing ovation finale, alla quale proprio il ministro ha dato il via, alzando­si in piedi con entusiasmo. L’incontro ha avuto un tale successo che diventerà un ap­puntamento fisso, e l’anno pros­simo si svolgerà dal 27 al 30 mag­gio. Merito dei nostri sapori e delle nostre impagabili ambasciatrici della musica.

L’INFORMAZIONE giovedì 9 luglio 2009 Paolo Borgognone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.