«Orkestrando» per il futuro

Auditorium Paganini gremito per il concerto di Salvini & Novecento e la Yuille Finale con «Oh happy day» allo show benefico per i bambini

Tutti insieme per i bambi­ni, quindi per il nostro futu­ro. Alcune delle migliori espressioni artisti che di Par­ma si sono unite, in regime di volontariato, per una serata benefica di emozioni, sogni, realtà, favole, progetti, poe­sia e soprattutto musica, ce­lebrata sabato in un gremito Auditorium Paganini. Emozionanti, in partico­lare. la struggente composi­zione di Salvini Ma’ riposa, ispirata dalla scomparsa della madre, e il profondo gospel Amazing Grace, into­nato dalla Yuille. Il concer­to «OrKestrando» ha quindi fuso le melodie del piano di Salvini, delle tastiere di Vi­to Castelmezzano, delle chi­tarre di Claudio Tuma e del­l’arpa di Carla They, con il ritmo del basso di Mirco Reggiani, della batteria di Sandro Ravasini e delle per­cussioni di Gabriele Domi­nici, il tiro funky del trom­bone di Beppe Di Benedetto, della tromba di Davide Ghidoni e dei sax di Emiliano Vernizzi, e la coralità del Parma Chorus Novecento. Gran finale nel segno del coinvolgimento del pubbli­co, che ha cantato il tradizio­nale gospel Oh happy day in­sieme a Joyce creando un ponte con We are thè world e tutti i bambini, veri destina­tari di questa bella serata che potrebbe essere bissata.

GAZZETTA DI PARMA  Fabrizio Marcheselli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.