Articoli‎ > ‎

Tre primedonne in scena alla biblioteca Palatina con il “Cantico di Natale”

pubblicato 28 mag 2012, 10:24 da Stefano Zanetti   [ aggiornato in data 5 giu 2012, 03:17 ]

L’attrice Alessandra Azimonti in veste di voce narrante, il soprano Halla Margret e l’arpista

Carla They hanno creato uno spettacolo nuovo di zecca per le festività di fine anno.


Nel corso della prima parte della tournée invernale dell’associazione culturale Alta, nel Lazio e in Abruzzo, ha riscosso un clamoroso successo, con calorosi applausi e richieste di bis. Mercoledì 23, alle ore 17, il Cantico di Natale approda al salone Maria Luigia della biblioteca Palatina, con ingresso libero. Sarebbe più esatto dire che lo spettacolo torna a casa in quanto due delle artefici sono parmigiane doc - l’attrice Alessandra Azimonti e l’arpista Carla They - mentre la terza, il soprano Halla Margret, lo è d’adozione. 
La struttura del progetto, completamente nuovo, per la nostra città è quasi top secret, se si eccettua la recita di ieri pomeriggio alla chiesa dell’Annunziata. Ma conoscendo la professionalità delle tre artiste c’è da attendersi un recital d’assoluta raffinatezza, nel quale la recitazione, il canto e la musica si fondono con naturalezza e nello stesso tempo con spirito innovativo. Lo dimostra, ad esempio, il precedente de “Le Muse di Pucci- ni”, lo spettacolo che le stesse tre protagoniste allestirono nel 2008 in occasione del 150esimo anniversario della nascita del grande compositore lucchese, ma che è rimasto nel circuito teatrale ben oltre la fine delle celebrazioni, dato il gradimento di pubblico e critica. Subito dopo Natale, l’associazione Alta e il Cantico riprenderanno il tour, tornando ancora in Abruzzo per altre importanti tappe prima di concludere il suo cammino, nel giorno dell’Epifania (sempre alle ore 17), alla parrocchia di San Marco. A completare la valenza culturale dell’appuntamen­to della Palatina, nella stessa occasione sarà presentato, a cura di Italo Comelli, il libro Natale Parmigiano, nel quale l’autore Lorenzo Sartorio racconta antiche tradizioni, usanze, leggende, proverbi, filastrocche, santi, fiori, e naturalmente gastronomia del tempo di Natale nella nostra terra.

Paolo Borgognone
Ċ
Stefano Zanetti,
28 mag 2012, 10:24
Comments