Articoli‎ > ‎

Folloni, Barbarossa e They sono i primi vincitori del “Premio per meriti artistici”

pubblicato 7 giu 2012, 07:44 da Stefano Zanetti
Musica e solidarietà daranno vita, venerdì alle 21. 30 al Parco Meli Lupi di Vigatto, non solo a un concerto di grande valore, ma anche a un premio destinato ad artisti parmigiani."Tutto nasce dalla manifestazione “Musica nel parco" organizzata dal circolo Anspi La Famiglia a favore della ristrutturazione del territorio. Dopo il successo della scorsa edizione, il consiglio direttivo ha accolto la proposta del marchese Raimondo Meli Lupi di Soragna e ha trasformato l’evento in un “Premio per meriti artistici " rivolto ai musicisti della provincia di Parma che, con la pro­propria attività e devozione all’arte musicale, danno lustro in ambito culturale al territorio. La commissione presieduta dallo stesso Baimondo Meli Lupi di Soragna ha deciso di assegnare il riconoscimento al maestro Riccarda Folloni, al pianista Andrea Barbarossa e alla celebre arpista CarlaThey. Aprirà la serata Riccarda Folloni, che per l’occasione dirigerà un ensemble costituito da tre cori che si esibiranno in un programma interamente basato sulle Ave Maria. il Coro Parrocchiale di Vigatto, Il Gruppo Senza Tempo di Corcagnano e il coro Ilario di Poitier. Andrea Barbarossa accompagnato accompagnerà l’esibizione al pianoforte. Poi sarà la volta di Carla They, che prima si esibirà come solista in un repertorio di arie celtiche e classiche, poi in duo con il soprano Gabriella Corsaro per un recital di arie liriche di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini. Per concludere degnamente la festa è previsto un gran finale a sorpresa, naturalmente top secret. Seguirà la premiazione degli artisti. In caso di maltempo, l’evento si svolgerà ugualmente all’interno della chiesa. 

I premiati 
Riconoscimenti a Barbarossa, Folloni e They 

« Ecco gli artisti premiati. Andrea Barbarossa, «per le doti pianistiche» e peri il suo forte impegno a favore dei cori. Riccarda Folloni, «Per aver contribuito con instancabile passione a rafforzare la tradizione della musica corale». E Carla They, «Per aver dato lustro alla città di Parma ben oltre i confini con la propria altissima arte E per aver contribuito. alla diffusione dell’arpa.. »
(Paolo Borgognone)
Ċ
Stefano Zanetti,
7 giu 2012, 07:44
Comments